Perché scegliere la Nuova Caledonia?

 

Non siete ancora convinti di andare in Nuova Caledonia?

Ecco 20 buoni motivi per decidere di trascorrere una vacanza sul “Caillou”!

Fondamentali

  • La Laguna
  • Le comunità locali
  • La cultura Kanak 
  • La foresta
  • Il clima meraviglioso
  • I sapori
  • la capitale Noumea

1 - Gran parte della laguna (15.000 km2) fa parte del Patrimonio mondiale dell’UNESCO, e i fondali marini caledoniani sono tra i più belli del mondo. Vi si possono ammirare centinaia di specie animali e una flora straordinaria.

2- La Nuova Caledonia è ricca di popolazioni e di culture: i kanak, popolo originario di questa terra, presenti da oltre 3.000 anni, gli europei (chiamati Caldoches o Z’oreilles per gli ultimi arrivati), gli asiatici (da Indonesia, Giappone, Vietnam…) o gli isolani (Tahiti, Wallis e Futuna, Isola della Riunione). Un vero crogiolo di culture, ricco di colori!

3- Il tasso di endemismo della Nuova Caledonia è il terzo del mondo. Il 76% delle specie animali e vegetali del territorio non esistono da nessun’altra parte.

4- Le spiagge di sabbia bianca di Lifou, Ouvéa e dell’Isola dei Pini non hanno nulla da invidiare alle spiagge più famose del mondo.

5 - Firmato dall’architetto di fama mondiale Renzo Piano, il Centro culturale Tjibaou è uno spazio straordinario dedicato alla diffusione della cultura Kanak.

6 - A l Phare Amédée, magnifico isolotto situato al largo di Nouméa, la vista dalla cima del faro, che risale al 1865, è spettacolare!

7 - A Bourail, il Domaine de Deva ospita una fauna e una flora eccezionali, nel cuore della più vasta foresta secca esistente in Nuova Caledonia.

8 - In Nuova Caledonia fa bel tempo tutto l’anno. L’arcipelago gode di un clima molto mite, con una temperatura media annuale di 25°C.

9 - Nella regione di La Foa, il Parc des Grandes Fougères ospita varie specie di felci arborescenti, alcune delle quali sono presenti sulla Terra da quasi 350 milioni di anni.     

10 - Oro, Kanumera, Upi: partite alla loro scoperta, e capirete perché l’Isola dei Pini, così come Ouvéa, viene chiamata «l’isola più vicina al paradiso»!

11 - Sorvolare in paramotore, all’alba, la barriera corallina al largo di Bourail e Moindou è una delle esperienze più emozionanti.

12 - La madre di tutte le piante è caledoniana! L'Amborella trichopoda appartiene alla stirpe più primitiva delle piante da fiore. È nata 200 milioni di anni fa ed è endemica della Nuova Caledonia.   

13 - La “poule” di Hienghène e il “bonhomme” di Bourail sono, assieme alle scogliere di Jokin a Lifou, alcune tra le formazioni rocciose più spettacolari della Nuova Caledonia.

14 - I gamberi blu, allevati localmente, sono apprezzati al punto tale che vengono richiesti dai grandi chef di tutto il mondo, dall’Europa al Giappone.

15 - Il fotografo Yann Arthus-Bertrand l’ha fatto conoscere al mondo intero. Domani potreste essere voi stessi a fotografare il cuore di Voh: sarà sotto i vostri occhi!

16 - Dall’emblematico cagou al cervo Rusa, passando per la roussette (un pipistrello) e il notou (Piccione imperiale della Nuova Caledonia)…in Nuova Caledonia gli animali singolari non mancano.

17 - Sulla costa Est, la strada che collega Hienghène alla bellissima cascata di Tao, dopo avere attraversato il fiume Ouaième, è un vero e proprio invito a pause fotografiche ogni 30 secondi!

18 - La vaniglia caledoniana è rinomata in tutto il mondo. Con il suo gusto squisito aromatizza molti piatti locali, e potrete utilizzarla nelle vostre ricette una volta tornati a casa. Deliziosa!   

19 - Con i suoi 9.000 ettari, il parco de la Rivière Bleue offre un paesaggio grandioso dove si possono osservare la foresta sommersa, il kaori millenario e il fiume dalle acque cristalline. Respirate a pieni polmoni…!

20 - Le baie della capitale caledoniana, Nouméa, seducono tutti i visitatori. Che abbiate voglia di passeggiare, fare  il bagno o fare shopping, troverete ciò che fa per voi all’Anse Vata, alla Baie des Citrons o lungo la passeggiata Vernier.