Il villaggio di Moindou si trova a meno di 130 km da Nouméa. Le sue origini, fortemente legate al centro penitenziario di Bourail, hanno lasciato una forte impronta a livello di patrimonio storico. Grazie a una natura particolarmente rigogliosa e ben protetta, a Moindou si possono fare splendide escursioni o godersi l’imperdibile spiaggia Tanguy.

Le pessime condizioni di ancoraggio alla foce del fiume Néra di Bourail convinsero le autorità dell’epoca a cercare un porto più riparato. Fu così che nel 1871 proprio Mouidou (come pronunciato in Kanak) venne scelta a tale scopo.

Forte Teremba, un luogo storico

Volendo identificare un edificio per riassumere l’identità di Moindou, la scelta cadrebbe certamente sul Forte Teremba. Tra i reperti dell’epoca coloniale militare più rilevanti della Nuova Caledonia, questo è stato anche restaurato per permettere di conoscere meglio il mondo militare coloniale del 19° e 20° secolo. Inoltre, in questa cittadina a strapiombo sul mare, ogni anno viene organizzato uno splendido spettacolo di suoni e luci che attira migliaia di spettatori.

Una foresta di palme

Moindou è nota anche per la sua eccezionale foresta di palme e in particolare per le palme reali che sono oggi il fiore all’occhiello di questa località. Importate da Cuba da un colono originario dell’isola de La Réunion, Casimir Boyer, queste si trovano in particolare nel cosiddetto Giardino del Futuro, vicino alla cappella (costruita nel 1947).

Oggi
  • La Foa Tourism
  • Orari d'apertura: From monday to Saturday: 8:30 - 16:30 and Sunday: 8:30 - 10:30. Closed every 1st Wednesday of the month
  • Telefono: +687 41 69 11
  • Email: lafoatourisme@canl.nc
Moidou cote ouest de la Nouvelle-Calédonie
Ulteriori informazioni

La memoria collettiva caledoniana continua ad associare Moindou all’arrivo di immigrati provenienti da Alsazia e Lorena. In realtà, solamente una dozzina di questi si insediarono effettivamente in questo villaggio nel 1873. Tuttavia, lasciarono effettivamente una traccia concreta come lo testimonia il nome di alcune località: il ponte Bechtel, il giacimento di carbone Eschenbrenner (famiglia a cui si deve anche il castello Beaumont), o la palude Muller, sono tutti siti che permettono di mantenere viva la memoria di questi pionieri della colonizzazione libera.

Da non perdere a Moindou

Voir plus

Cosa fare a Moindou?

Una natura rigogliosa

Occorre circa un’ora di macchina con una 4x4, attraversando un percorso stretto lungo la montagna, per arrivare a scoprire la magia della tribù di Table Unio. Con le sue maestose scogliere, i suoi fiumi e bacini e il suo incantevole contesto naturale, Table Unio è un vero e proprio invito al relax e alla scoperta. Passeggiate, escursioni, ma anche laboratori di intrecciatura vengono proposti ai visitatori da questa tribù. Inoltre, ogni 3° weekend del mese viene organizzato un mercato dei prodotti locali.

Per quanto riguarda il mare, il villaggio di Moindou vanta la splendida spiaggia di Tanguy, la cui identità selvaggia è particolarmente apprezzata dagli amanti della natura.

I professionisti al vostro servizio

Vedi altri professionisti

La Nuova Caledonia vi sta aspettando

A partire da 3300.00 €

Per celebrare il 10° anniversario di riconoscimento della laguna come patrimonio mondiale UNESCO, Alidays ha pensato di proporre uno speciale pacchetto per gli amanti delle immersioni.

A partire da 4280.00 €

Un viaggio da sogno che abbina la visita delle icone australiane alle meraviglie della Nuova Caledonia, con un soggiorno sull'isola di Ouvéa, che vanta una delle lagune più belle del mondo, e sull’Isola dei Pini, dove pini imponenti si stagliano su lagune da sogno.

Offer Air calin

Paris / Noumea

Return from
1420 EUR